Cose da sapere sulla frollatura: per veri amanti della carne

Cose da sapere sulla frollatura: per veri amanti della carne

Cose da sapere sulla frollatura? Ce ne sono molte. Di base, c’è da scoprire in cosa consiste questa fase che, formalmente, è il processo durante il quale le carni diventano adatte al consumo. Dopo che è avvenuta la macellazione, infatti, la carne non può essere ingerita subito ma deve, invece, stare in condizioni opportune di temperatura e di umidità per diventare morbida e saporita. A stabilire i tempi della frollatura sono diversi fattori tra cui la razza, l’età, la taglia e  il tipo di alimentazione dell’animale. Nulla può essere lasciato al caso per avere poi le carni che vi godrete da noi al Beef Bazaar, tenere ma con un’unica esplosione di gusto. Scopriamone di più sul tema.

Cose da sapere sulla frollatura della carne? Se vi sedete al Beef Bazaar, siete già nella fase in cui qualcun altro se n’è occupato con grandi risultati ma, come gli appassionati di motori amano guardare dentro al cofano, così potreste volere sapere perché è così buono quello che state mangiando.

Innanzitutto sappiate che le modalità per frollare la carne sono due:

  • il dry-aging, che è una frollatura a secco,
  • il wet aging, che si fa a umido.

Entrambe vengono portate avanti in speciali celle frigorifere ma, mentre nel primo caso la maturazione della carne avviene a temperatura controllata grazie all’uso di lampade UV a ventilazione forzata e controllata, nel secondo la conservazione è sottovuoto.

A sottolineare la delicatezza e l’importanza del processo è Giuliano Dallolio, professore di Scienze Agrarie e Ambientali dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza, e consulente della Everlasting , azienda leader nel settore che da oltre 60 anni produce attrezzature per la refrigerazione professionale:

“La frollatura della carne è un processo molto delicato che non va preso alla leggera. Operare in totale sicurezza avendo il massimo controllo in tutte le fasi della lavorazione è una condizione imprescindibile per ottenere un prodotto sicuro e di alta qualità”.

L’importanza del frigorifero nella frollatura è basilare, quindi. Niente freghi da casa né celle frigo tradizionali tipo macellaio sotto casa. Fare l’operazione là sarebbe molto pericoloso. Servono celle frigorifere costruite ad hoc. Quali li illustra Paolo Guidetti, Amministratore Delegato Everlasting  con queste parole:

“La frollatura della carne, così come la stagionatura di salumi, necessita di una tecnologia specifica e dedicata. Come azienda abbiamo lanciato sul mercato LoStagionatore, che è una gamma di frigoriferi progettata per questo scopo. Dietro a queste celle frigorifere ci sono anni di ricerca”.

Le migliori frollature in Italia

Ora che abbiamo messo in fila alcune cose da sapere sulla frollatura, è lecito chiedersi quali siano le migliori frollature in Italia. Ecco la lista:

  • Partanna (Trapani);
  • Grottaglie (Taranto);
  • Firenze;
  • Genova;
  • Monterotondo (Roma);
  • Caserta.

Mangiare carne zona Prati

Non vi resta che passare dalla teoria alla pratica e cioè non vi resta che testare in bocca l’azione ammorbidente della frollatura. Come? Scoprendo dove mangiare carne in zona Prati.

Al Beef Bazaar avete 700 metri quadrati di ristorante di carne moderno con una scelta mondiale unica che va dal Giappone all’Australia passando per Firenze e la Danimarca. Anche il sushi di carne è una sciccheria da non perdervi ogni mercoledì sera.

Cose da sapere sulla frollatura ne sapete ora? Iniziare a pensare alla pancia gustandovi una cena speciale. Ecco i contatti per avere informazioni o per prenotare:

TELEFONO: 06.69.40.21.50

INDIRIZZO: Via Germanico, 136 – Roma